bash script globali su Mac OS

Come avete letto dal precedente articolo, ho re installato il sistema operativo sul iMac, quindi ora, con calma devo andare a personalizzarlo nuovamente per riportarlo più o meno allo stato in cui lo avevo lasciato prima del ripristino.

Uno script che uso spesso, per generare le immagini degli articoli che uso negli ordini, è un piccolo file che ho chiamato crop.sh e che voglio rendere globale: deve funzionare in qualsiasi cartella io mi trovi.

IDEA: la stessa cosa di potrebbe provare a realizzare con Automator…….

Tornando a noi, per rendere globale uno script il processo è piuttosto semplice. Iniziamo a capire quali sono le cartelle in cui lui cerca gli script da avviare, inserendo a terminale il comando echo $PATH: scopriremo cosi che il sistema più veloce è copiare il file nella cartella /usr/bin/

In questo modo lo script sarà disponibile a tutti gli utenti aventi un account su quel pc.

Se invece vogliamo renderlo globale solo per il nostro utente, dobbiamo creare una cartella nascosta mkdir /utenti/nomeutente/.bin nella home del nostro utente, quindi andare ad aggiungere questa cartella alla variabile globale $PATH.

Il sistema più semplice, è aprire tramite Nano il file che gestisce questa variabile ed andare ad aggiungerlo li: sudo nano /etc/paths quindi inserire come ultima riga l’indirizzo completo della cartella appena creata, salvare tramite ctrl+o ed uscire dal programma.

Quando copiamo nella cartella ~/.bin i nostri script dobbiamo ricordarci di renderli avverabili, con il comando sudo chmod +x nomefile.

Ora non ci resta che posizionarci dove vogliamo utilizzare il nostro script ed avviarlo
crop.sh catalogo205100.jpg

Leave a Comment