Netflix: Designated Survivor

Iniziamo questa carrellata di recensioni delle serie tv che ho finito di vedere, con una delle produzione del colosso americano.

Con la conclusione della 3° stagione, termino la visione di questa serie tv prodotta da Netflix (ABC le prime due stagioni) che racconta la storia del Sopravvisuto designato, una figura istituzionale americana, che va a rimpiazzare il presidente ed i suoi diretti successori, in caso di catastrofe.
La serie purtroppo e stata cancellata a luglio del 2019 e a differenza di altre serie tv, ritengo corretto averla conclusa.

Ci sarebbe tanto da raccontare, ma non essendo un esperto di cinema ma solo un appassionato, vi lascio la mia impressione.
La serie e molto reale ed allo stesso tempo molto attuale, ben recitata e molto ben ambientata. Si passa da una trama quasi d’azione post catastrofica ad una di intrighi politici e voglia di liberta e di verita in 65 episodi da circa 45 minuti l’uno.

In questi articoli non vado ad approfondire la trama, per questo trovate una marea di siti web che ne parlano, ma voglio esclusivamente farvi sapere se a me sia piaciuta o meno e perche.

Il perché mi sia piaciuto e semplice: raccontando la storia di rivincita di un paese che sappiamo essere una potenza mondiale, scoprendo che la minaccia.. non e esattamente quella che ipotizziamo, e sicuramente un bel intrigo.
Aggiungiamo a questo il fatto che riprende anche se in modo diverso, l’attacco subito dagli USA l’11 settembre 2001 e la loro voglia di andare avanti e sopravanzare il nemico, o presunto tale, cadiamo esattamente nel bacino di interesse che ho per storie cinematografiche.

Consigliato sicuramente se anche a voi piacciono intrighi politici, un po di azione e situazioni catastrofiche.

Voto 8

Leave a Comment